Nello storico Arsenale si é tenuta in anteprima la presentazione dei dati sul Veneto del Report della CCIAA di Frosinone Latina.
Al convegno, moderato dalla giornalista Elena Magro, hanno presenziato il presidente Giovanni Acampora, Marino Masiero, Presidente di Assonautica di Venezia e Antonello Testa, Coordinatore Osservatorio Nazionale sull’Economia del Mare OsserMare e Consigliere Delegato di Informare. Hanno portato il loro contributo: Francesco Di Cesare, Presidente di “Risposte Turismo”; il Capitano di Fregata Daniele Di Fonzo per la Capitaneria di Porto di Venezia; l’Assessore del Comune di Venezia, Elisabetta Pesce; il Presidente di Assonat, Luciano Serra; il Presidente del Marina di Pescara, Gianni Taucci. Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, non ha voluto fa mancare il suo contributo con una lettera che è stata letta nel corso dei lavori.
“La nostra presenza qui attesta l’importante e consolidata sinergia con il Blue Forum Italia Network, la rete degli utenti del mare, e con il Summit Nazionale, organizzato dalla Camera di Commercio di Frosinone Latina e dalla sua Azienda Speciale Informare, in collaborazione con Unioncamere, Assonautica Italiana e con Ossermare”. – Ha esordito il Presidente Acampora nel complimentarsi con gli organizzatori del Salone che, ha specificato: “È una delle più straordinarie vetrine del nostro Paese nel mondo, ma è soprattutto un’immersione nella bellezza, nella storia e nella cultura marinara italiana, con una visione al futuro e all’innovazione. Ma che è soprattutto un luogo di confronto, una vera e propria fucina e laboratorio di idee. Da più di 15 anni il sistema camerale è impegnato sull’Economia del Mare, con l’obiettivo di dare la giusta importanza a tutto l’insieme di filiere che la compongono. La sintesi la facciamo con il Rapporto Nazionale sull’Economia del Mare che quest’anno è giunto alla dodicesima edizione. Un Rapporto che è diventato il documento di riferimento del sistema mare, perché offre un’analisi puntuale del valore e del peso dell’Economia blu del nostro Paese, che mettiamo a disposizione di tutti: operatori del settore, Istituzioni, associazioni, imprese e dell’intero cluster del mare. E voglio sottolineare che la nostra metodologia è annoverata tra le best practice a livello europeo. È grazie a questo Rapporto che le filiere dell’Economia del Mare hanno avuto una riconoscibilità e una dimensione nel panorama nazionale e su scala territoriale. Per questo, le nostre analisi sono uno strumento indispensabile per dare coerenza alla strategia marittima del nostro Paese, la cui rotta è stata tracciata con il Primo Piano Triennale del Mare, alla cui scrittura ho avuto l’onore di partecipare, in qualità di esperto in rappresentanza di Assonautica”.