APPUNTAMENTO IN ADRIATICO, la storica regata velica fa tappa a Rodi Garganico


Importante incontro sabato 4 Luglio al SAVÈ LOUNGE BAR del Porto Turistico di Rodi Garganico organizzato dal Presidente di Assonautica Italiana Prof. Alfredo Malcarne, reduce dell’ennesima trasferta romana, tra i partecipanti di APPUNTAMENTO IN ADRIATICO la storica regata velica alla sua 31 esima edizione – gli iscritti di ASSONAUTICA GARGANO e la Direzione Portuale nella persona di Emanuele di Sabato.

Si è discusso della progettazione strategica in corso per la trasformazione del cluster nautico italiano e dell’impiego futuro dell’Ammiragia di Assonautica Italiana “Dolphin“, un Sangermani armato a chetch di 20 metri del 1963 che sarà impiegato nell’ambito della misura denominata “BRIDGE ECONOMY” e che viene ospitato a Rodi gratuitamente da quasi due anni.
Il progetto è stato recentemente finanziato da UNIONCAMERE grazie ad una eccellente programmazione messa in atto dalla CAMERA DI COMMERCIO DI BRINDISI della quale Alfredo Malcarne è lo storico – e ” dinamicissimo” -Presidente.

Paolo del Buono, Commodo di Assonautica Italiana, ideatore e capo gruppo da sempre di APPUNTAMENTO IN ADRIATICO, dopo avere fatto i complimenti alla gestione del Porto – bandiera blu 2020 ed “una delle 30 imprese turistiche di eccellenza della Puglia PREMIO ISNART 2019 – ha relazionato i presenti sulla manifestazione in corso ricordando a tutti gli scopi del raid velico: cultura marinara, cucitura e mantenimento dei rapporti internazionali che in oltre trent’anni si sono consolidati tra le due sponde dell’Adriatico e del Mar Ionio, esercizio di una stabile e vivace missione diplomatica, culturale e ludica tra comunità locali ed Assonautica Italiana oltre che una buona occasione per seminare i valori dell’amicizia, della complementarietà e dell’ambiente di porto in porto nelle regioni toccate dalla manifestazione.

Un passaggio focale della serata è stato quello relativo al Progetto “TURTLE WALKING” che Assonautica Italiana sta supportando nella fase preparatoria su un impianto del CNR di Lesina in partnership operativa con il PARCO NAZIONALE DEL GARGANO e la REGIONE PUGLIA.
Si tratta del monitoraggio notturno di un lungo tratto di costa nella zona nord ovest del Gargano alla ricerca di nidi di Tartarughe della specie Caretta-Caretta.
Il progetto è attualmente al vaglio del Presidente del Parco Nazionale del Gargano prof. Pasquale Pazienza e che dovrebbe avere il Patrocinio del Ministro dell’Ambiente Costa, ha avuto il benestare da parte dell’Assessore al Demanio Raffaele Piemontese e dell’Ammiraglio Giuseppe Meli, Comandante delle Capitanerie di Porto della Puglia.
L’ok è arrivato in Porto proprio venerdì scorso durante la visita alla struttura portuale di un folto gruppo istituzionale formato, oltre che da Piemontese e Meli, anche dalla dirigente al Demanio della Regione Puglia Dott.sa Costanza Moreo e dai Comandanti delle Capitanerie di Porto di Vieste e di Rodi Garganico rispettivamente Giuseppe Saverio Zaccaro e Giovanni Crima, oltre che gli assistenti dell’Ammiraglio Meli.

La pre-operatività di Turtle Walking è già partita la scorsa settimana – per ora solo di giorno – sulle spiagge garganiche grazie alla ideatrice e responsabile del progetto, la ricercatrice del CNR di Lesina dott.sa Lucrezia Cilenti.
I fondi dell’operazione dovrebbero arrivare dal Parco del Gargano, da Assonautica Italiana e dal Porto Turistico di Rodi Garganico che, grazie ad una costante attenzione al territorio e ad una strutturata e brillante collaborazione con la proprietà della struttura portuale, – il Comune di Rodi Garganico – ha pronto anche un progetto per la realizzazione di un centro di primo soccorso da realizzare proprio nel Porto, per le testuggini spiaggiate a seguito di shock termico.

Durante il monitoraggio delle spiagge, Turtle Walking prevede un corposo programma di educazione ambientale per i giovani e per i turisti. Un giorno intero sarà dedicato al “Marine Litter” di Assonautica Italiana, la raccolta della plastica spiaggiata.

L’operazione si svolgerà in gemellaggio con ACATMAR, l’equivalente di Assonautica presente in Brasile nello stato di Santa Caterina.

SHARE