Napoli 14 Febbraio – Prosegue l’impegno di Assonautica Italiana per contrastare il grave fenomeno del marine litter e i danni irreversibili e le azioni per contrastarlo. Frutto della collaborazione con l’omologa associazione brasiliana Acatmar dello stato di Santa Catarina, Assonautica Italiana ha realizzato al Nauticsud di Napoli, il convegnoEssere Marine Litter” con lo scopo di sensibilizzare sul tema dell’inquinamento marino e le scelte e comportamenti quotidiani più consapevoli, magistralmente presentate dagli oratori, e l’annuncio della continuata collaborazione con il WWF, presentando il “Decalogo Plastic Free del Diportista” promosso dal WWF ed esposto con grande enfasi da Nicolò Carmineo, WWF Puglia.


A questi, ha fatto eco l’appello del presidente di Assonautica, Alfredo Malcarne: “Assonautica Italiana, intende continuare a supportare le azioni per fronteggiare il marine litter e occuparsi del problema sempre più diffuso che rischia di distruggere non solo l’ecosistema, ma anche la salute degli uomini e l’economia legata al mare: due facce della stessa medaglia, che devono camminare insieme. Un impegno che prosegue con diverse attività divulgative volte a contrastare l’inquinamento da plastica usa e getta, che ha colpito per primi coloro che il mare lo vivono quotidianamente con le loro imbarcazioni da diporto”.
L’occasione per l’annuncio della collaborazione con GIORNALE RADIO radio-partner delle future iniziative che Assonautica Italiana sosterrà nel corso dell’anno per sensibilizzare sul grave fenomeno della plastica in mare in vari eventi in Italia ed all’estero.

Nel convegno, l’esposizione della Mostra divulgativaMareVostrum che “racconta” l’Amore per il Mare e l’invito a contrastare la plastica in mare, e il video Limpeza dos mares prodotto dal partner Acatmar.